ritardo nella diagnosi di squamose orale …

ritardo nella diagnosi di squamose orale ...

introduzione

In neoplasie maligne, il cancro orale è una delle cause importanti di mortalità e morbilità. Carcinoma a cellule squamose è la forma più comune di cancro orale negli adulti ed è correlata a fattori di rischio come il fumo e il consumo di alcol.

caso presentazione

In questo articolo, vi presentiamo tre segnalazioni di casi di carcinomi a cellule squamose orale con diagnosi ritardata. Il primo paziente è stato un 52-year-old man turco, il secondo paziente era un 61-year-old man turco e il terzo paziente era un 60-year-old donna turca. Tutti sono stati rinviati alla Università di Ankara Facoltà di Odontoiatria con dolore, gonfiore e varie denunce nei loro mascelle.

Conclusione

La diagnosi precoce è di vitale importanza per la prognosi dei pazienti con carcinoma a cellule squamose orale. Per questo motivo, i dentisti svolgono un ruolo cruciale nella diagnosi precoce e la prevenzione dei tumori del cavo orale.

introduzione

carcinoma a cellule squamose orale (OSCC) rappresenta circa il 3% di tutti i tumori maligni e più del 90% dei tumori della cavità orale e dell’orofaringe [1 2]. Gli agenti eziologici segnalati e fattori di rischio per il cancro orale includono l’uso di tabacco, consumo di alcol frequente, l’uso di noce di areca, un sistema immunitario compromesso e una storia di abitudini alimentari che possono provocare il cancro, così come i fattori meno affermati come l’infezione da certa tipi di papillomavirus umano [3]. OSCC colpisce soprattutto gli uomini adulti tra la sesta e la settima decade di vita [4. 5]. Le sedi più colpite, in ordine decrescente, sono la lingua, orofaringe, labbra, pavimento della bocca, gengive, palato duro e mucosa buccale [4]. stadi clinici (tumore, nodi e metastasi, o TNM) di OSCCs al momento della diagnosi hanno un’influenza importante sulla sopravvivenza e la prognosi dei pazienti. Purtroppo, circa il 60% al 65% dei pazienti affetti da cancro orale sono in TNM fasi III e IV. Ritardo nella diagnosi consiste o ritardo del paziente o di ritardo professionale [5]. Il trattamento di scelta per OSCCs è ampia in blocco escissione del tumore nel tessuto molle, con l’osso coinvolti e radioterapia postoperatoria seconda dei risultati istopatologici finali [6]. Tre pazienti con OSCCs, insieme con i risultati clinici e radiologici, sono descritti in questo caso di presentazione.

caso presentazione

Caso 1

A 52-year-old man turco è stato fatto riferimento alla Università di Ankara Facoltà di Odontoiatria con denunce di dolore e gonfiore nella sua mandibola e difficoltà di deglutizione sinistra. anamnesi del paziente ha rivelato che nel corso di un periodo di sei mesi, era stato a due dentisti nel suo paese, e aveva attuato trattamento palliativo come l’uso di collutorio e terapia antibiotica. A causa del ritardo di diagnosi, la lesione è stata abbastanza ampliato quando ha presentato alla nostra facoltà. La sua storia medica ha rivelato che non aveva problemi di salute sistemici, ma era stato un fumatore per 30 anni. Il suo esame clinico ha rivelato una iperemica, zona ulcerata con l’allargamento esofitica ai vestibolari e linguali lati (Figura 1a). A causa della sua scarsa igiene orale, residui di cibo era accumulata sulla superficie della lesione e la sua lingua era pelosa. Aveva una, indolore, linfonodo ingrossato fisso nella zona sottomandibolare. Una valutazione radiologica panoramica rivelato una zona e osso radiotrasparente perdita con bordi irregolari nella terza regione molare della mandibola sinistra (Figura 1b). Su un esame intra-orale e radiologico, abbiamo osservato una lesione di circa 6 cm di dimensione. La diagnosi dopo esame istologico del campione bioptico era invasivo carcinoma a cellule squamose, e, sulla base della valutazione istopatologica, la lesione è stato ritenuto in grado 3 livelli. Sulla base delle nostre valutazioni cliniche, radiologiche e istopatologiche, abbiamo fatto la diagnosi di una lesione III fase. Il paziente è stato sottoposto ad un ospedale oncologico. Secondo informazioni recentemente ricevute, il paziente è stato sottoposto a chemioterapia dopo l’intervento chirurgico ed è ora nel periodo di controllo.

(A) vista intra-orale che mostra l’aspetto clinico del caso 1. (B) radiografia panoramica che mostra la perdita ossea nella terza regione mandibolare molare sinistro del caso 1.

caso 2

A 61-year-old man turco è stato fatto riferimento alla Università di Ankara Facoltà di Odontoiatria con denunce di dolore e gonfiore nella sua mandibola sinistra. La sua storia medica ha rivelato che non aveva malattia sistemica. Egli non ha avuto alcun abitudini come il fumo o l’assunzione di alcol. anamnesi del paziente ha mostrato che ha rifiutato di essere esaminato per nove mesi. Il suo esame clinico ha rivelato un ulcerata, allargamento iperemica con una superficie irregolare nella sinistra zona retromolare (Figura 2a). Non aveva nessun segno di linfonodo nella zona sottomandibolare. esame radiografico del paziente mostrava perdita ossea eccessiva, compreso il secondo e terzo molari nella mandibola sinistra, con bordi irregolari (Figura 1b). Su esami clinici e radiologici, la dimensione della lesione è stata determinata da circa 5 cm a 6 cm. La diagnosi reso dopo l’esame istologico del campione bioptico era un carcinoma a cellule squamose ben differenziato a livello di grado 2. Sulla base delle valutazioni cliniche, radiologici e istologici della lesione, è stato considerato in fase II. Il paziente è stato sottoposto ad un ospedale oncologico. Secondo le informazioni recentemente ricevuto, il paziente sottoposto ad intervento chirurgico ed era in attesa di una decisione per quanto riguarda l’avvio di radioterapia.

(A) vista intra-orale che mostra l’aspetto clinico del caso 2. (B) radiografia panoramica che mostra la perdita ossea nella regione molare mandibolare sinistra del caso 2.

caso 3

(A) vista intra-orale che mostra l’aspetto clinico del caso 3. (B) radiografia panoramica che mostra la distruzione di tessuto osseo con ampi confini indefiniti nella regione molare superiore di caso 3.

Dopo aver subito un intervento chirurgico, è stata trattata con radioterapia e chemioterapia.

Discussione

Il cancro orale è un importante problema di salute in tutto il mondo. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, tumori del cavo orale sono aumentati negli ultimi decenni [7. 8]. I principali fattori di rischio per OSCC sono il fumo e il consumo di alcol. Gli altri fattori eziologici sono predisposizione genetica, gli agenti patogeni virali e abitudini alimentari [7. 9. 10]. I dati pubblicati in diverse relazioni hanno indicato che l’esposizione delle donne sia per il tabacco e l’alcol provoca un cambiamento nella suscettibilità ai tumori orali da un più ampio rapporto tra uomini e donne per un grande rapporto tra donne e uomini [9 – 11]. In due pazienti nel presente di serie, uno dei quali era una donna, i loro tumori orali non sono stati associati con tutte le abitudini come il fumo di tabacco o il consumo di alcol, così le loro presentazioni possono essere attribuite ad altri fattori eziologici di OSCCs, come ad esempio alcuni virus ( come il papillomavirus umano), basso consumo di frutta e verdura, predisposizione genetica e così via [10. 11].

Il rapporto tra la sopravvivenza dei pazienti con tumori della testa e del collo è del 76% nei casi di diagnosi precoce, senza metastasi, 41% nei casi di linfonodi cervicali metastasi linfonodali e il 9% se c’è metastasi sotto la regione del collo [7]. Displasiche lesioni della mucosa orale possono svilupparsi in OSCCs senza la diagnosi precoce e il trattamento. La durata della sopravvivenza dei pazienti con OSCCs può essere allungato a cinque anni nelle fasi I e II confrontato con stadi III e IV. I pazienti in stadi III e IV sono segnalati per avere una durata media di sei mesi o un anno al massimo la sopravvivenza [8].

Posteriori localizzato tumori dimostrano una prognosi peggiore, dal momento che questi spesso rimangono inosservati negli esami di screening, e una volta che i sintomi derivano da metastasi linfonodali regionali, i tumori sono in fase avanzata al momento della diagnosi iniziale [12]. Una diagnosi precoce non è necessariamente facile, perché i pazienti e gli operatori sanitari sottovalutare le lesioni iniziali, che sono generalmente asintomatici. Questa realtà suggerisce che i medici hanno lacune nella conoscenza della patologia, che i pazienti ritardare ricerca di cure mediche e che l’accesso e la qualità delle cure mediche sono carenti, i quali riflettono l’assenza di programmi di salute pubblica di prevenzione e di un sistema sanitario efficace [ 8 – 10. 13]. Tutte le diagnosi dei nostri pazienti in questo rapporto è stato ritardato. I pazienti in questo studio sono stati sottoposti a un ospedale oncologico a causa delle loro metastasi.

OSCC e il suo trattamento influenzano direttamente la salute connessi qualità di vita dei pazienti. Le funzioni più basilari del discorso, masticazione e la deglutizione sono spesso alterati, mentre i sintomi come dolore e problemi psicosociali come l’apparenza e il funzionamento emotivo può anche essere problematico. Se questi tumori sono in fase avanzata, la terapia aggressiva, tra cui la chirurgia, la radioterapia e, se necessario, la chemioterapia può essere utilizzato per trattare i pazienti con prognosi peggiore [15].

Conclusione

In termini di qualità della vita, probabilità di sopravvivenza e trattamento del paziente, la diagnosi precoce di OSCC è molto importante. I dentisti dovrebbero avere abbastanza conoscenze su forme cliniche e radiologiche di strutture anatomiche per diagnosticare il cancro nella regione orale. Inoltre, i dentisti non dovrebbero trascurare alcuna anomalia nella regione orale. Uno dei compiti più importanti di un dentista è buono follow-up di pazienti, soprattutto nel periodo diagnosi. Se indicato, dentisti dovrebbero richiedere una biopsia, e in presenza di metastasi, il paziente devono essere indirizzate al reparto relativo appropriata.

Consenso

dichiarazioni

fascicoli presentati originali d’autore per le immagini

Interessi conflittuali

Gli autori dichiarano di non avere interessi in gioco.

Contributi degli autori

SK ha scritto l’articolo. BO ha contribuito a scrivere il manoscritto. NA ricercato e recuperate i riferimenti citati. SE è stato il supervisore di lingua. Tutti gli autori hanno contribuito a questo articolo. Tutti gli autori hanno letto e approvato il manoscritto finale.

Affiliazioni degli autori

Dipartimento di Chirurgia Dentomaxillofacial, Università di Ankara Odontoiatria Facoltà

Dipartimento di Dentomaxillofacial Radiologia, Università di Ankara Odontoiatria Facoltà

Riferimenti

  1. Neville B, Damm DD, Allen CM, Bouquot J: carcinoma a cellule squamose. Maxillo-facciale patologia. A cura di: Dolan J. 2009 St Louis: Saunders, 409-422. Capitolo 10, 3 Google Scholar
  2. Kademani D: il cancro orale. Mayo Clin Proc. 2007 82: 878-887. 10,4065 / 82.7.878. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  3. Priebe SL, Aleksejūniene J, Zed C, Dharamsi S, Thinh DH, Hong NT, Cuc TT, Thao NT: Il carcinoma a cellule squamose orale e culturali abitudini di rischio per via orale in Vietnam. Int J Dent Hyg. 2010 8: 159-168. 10.1111 / j.1601-5037.2010.00461.x. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  4. Marocchio LS, Lima J, Sperandio FF, Correa L, de Sousa SO: Oral carcinoma a cellule squamose: un’analisi dei 1.564 casi che mostrano i progressi nella diagnosi precoce. J Oral Sci. 2010 52: 267-273. 10,2334 / josnusd.52.267. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  5. Gao W, Guo CB: Fattori legati al ritardo nella diagnosi di carcinoma a cellule squamose orale. J Oral Surg Maxillofac. 2009 67: 1015-1020. 10.1016 / j.joms.2008.12.022. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  6. Hendrikx AWF, Maal T, Dieleman F, Van Cann EM, Merkx MAW: CT Cone-beam nella valutazione dell’invasione mandibolare da carcinoma a cellule squamose orale: risultati dello studio preliminare. Int J Oral Surg Maxillofac. 2010 39: 436-439. 10.1016 / j.ijom.2010.02.008. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  7. Bouquot JE, Weiland LH, Kurland LT: metastasi da e per il tratto aerodigestivo superiore nella popolazione di Rochester, Minnesota, 1935-1984. Testa collo. 1989 11: 212-218. 10.1002 / hed.2880110304. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  8. Sciubba JJ: Il cancro orale: l’importanza della diagnosi precoce e del trattamento. Am J Clin Dermatol. 2001 2: 239-251. 10,2165 / 00128071-200102040-00005. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  9. Silverman S: Demografia e insorgenza di tumori orale e faringea: i risultati, le tendenze, la sfida. J Am Dent Assoc. 2001 132 (Suppl): 7S-11S. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  10. Sanderson RJ, de Boer MF, Damhuis RA, Meeuwis CA, Knegt PP: L’influenza di alcol e fumo sull’incidenza di cancro orale e dell’orofaringe nelle donne. Clin Otolaryngol Allied Sci. 1997 22: 444-448. 10,1046 / j.1365-2273.1997.00049.x. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  11. Rogers SN, Lowe D, Patel M, Marrone JS, Vaughan ED: la funzione clinica dopo l’intervento chirurgico primario per il cancro orale e dell’orofaringe: un esame 11-item. Br J Oral Surg Maxillofac. 2002 40: 1-10. 10,1054 / bjom.2001.0701. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  12. Montoro JR, Ricz HA, Souza L, D Livingstone, Melo DH, Tiveron RC, RC Mamede: Fattori prognostici nel carcinoma a cellule squamose del cavo orale. Braz J Otorhinolaryngol. 2008 74: 861-866. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  13. Fortin A, Bairati io, Albert M, L Moore, Allard J, Couture C: Effetto di ritardo trattamento sull’outcome dei pazienti con stadio precoce del carcinoma della testa e collo sottoposti a radioterapia radicale. Int J radiat Oncol Biol Phys. 2002 52: 929-936. 10.1016 / S0360-3016 (01) 02.606-2. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar
  14. MacKillop WJ, Zhou Y, Quirt CF: Un confronto di ritardi nel trattamento del cancro con radiazioni in Canada e negli Stati Uniti. Int J radiat Oncol Biol Phys. 1995 32: 531-539. 10,1016 / 0360-3016 (94) 00662-5. Vedi l’articolo PubMed Google Scholar

Diritto d’autore

Questo articolo è pubblicato sotto licenza di BioMed Central Ltd. Questo è un articolo Open Access distribuito sotto i termini della Creative Commons Attribution License (http://creativecommons.org/licenses/by/2.0), che permette senza restrizioni l’uso, la distribuzione, e la riproduzione con qualsiasi mezzo, a condizione che l’opera originale sia correttamente citato.

Related posts

  • Aspetti attuali su squamose orale …

    Estratto carcinoma a cellule squamose orale è la neoplasia epiteliale maligno più comune che interessa la cavità orale. In questo articolo una panoramica dei punti essenziali del carcinoma a cellule squamose orale, …

  • carcinoma a cellule squamose orale felino …

    La cavità orale è un luogo comune per neoplasia nei gatti, che rappresentano circa il 10% di tutti i tumori felini. 1 Il tumore orale maligno più comune nei gatti è il carcinoma a cellule squamose. 1 La prognosi …

  • Cutanea carcinoma a cellule squamose … 4

    Editor Accademico: Sanjiv S. Agarwala astratta 1. Introduzione 2. Fattori di rischio Altri fattori di rischio includono esposizioni chimiche da tabacco, l’arsenico, e prodotti catrame di carbone [5]. Radiazione ionizzante…

  • dilemmi diagnostici di squamose …

    Estratto diapositive Background carcinoma a cellule squamose virtuale della prostata è una malattia rara, che rappresentano meno dell’1% di tutti i carcinomi della prostata. Circa la metà dei casi sorgono dopo endocrino …

  • metastasi a distanza di un squamose …

    I pazienti astratto sfondo affetti da un carcinoma a cellule squamose (SCC) della regione della testa e del collo con metastasi a distanza hanno generalmente una prognosi infausta [1]. metastasi a distanza …

  • Radioterapia conformazionale per squamose …

    Radioterapia conformazionale per carcinoma a cellule squamose della cistifellea: A Case Report 1 Dipartimento di Radioterapia Oncologica, Zhongshan Hospital, Fudan University, Shanghai 200032, Cina 2 Dipartimento di …